Crea sito

Nozione e fine del diritto processuale civile

        Il diritto processuale civile è l’insieme di norme che regola il processo civile: si caratterizza pertanto per essere un mezzo pubblico finalizzato alla tutela di situazioni giuridiche soggettive riconosciute dal diritto sostanziale. Ad esempio: l’art. 337 septies, comma I, cc stabilisce che “il giudice, valutate le circostanze, può disporre in favore dei figli maggiorenni non indipendenti economicamente il pagamento di un assegno periodico. Tale assegno, salvo diversa determinazione del giudice, è versato direttamente all’avente diritto”. Supponiamo che Tizio, figlio maggiorenne “convivente”, voglia il mantenimento a carico dei propri genitori cosa dovrà fare stante l’art. l’art. 337 septies, comma I, cc. ?  Dovrà rivolgersi al giudice il quale valuterà il caso concreto; comunque sia in linea astratta, rileva che con ordinanza n. 17183, depositata il 14 agosto 2020, la Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, alla luce del principio di autoresponsabilità che permea l’ordinamento giuridico e scandisce i doveri del soggetto maggiore d’età, Tizio non potrà ostinarsi e indugiare nell’attesa di reperire il lavoro reputato consono alle sue aspettative, non essendogli consentito di fare abusivo affidamento sul supposto obbligo dei suoi genitori di adattarsi a svolgere qualsiasi attività pur di sostentarlo ad oltranza nella realizzazione (talvolta velleitaria) di desideri ed ambizioni personali e di conseguenza, nel caso concreto, non è detto che otterrà il mantenimento ma è comunque obbligato a chiederlo per vie legali in quanto “chiunque, al fine di esercitare un preteso diritto, potendo ricorrere al giudice, si fa arbitrariamente ragione da sé medesimo” risponde dei reati di cui agli artt. 392, 393 cp (esercizio arbitrario delle proprie ragioni).

       Quindi il processo inizia con una domanda (azione) di tutela rivolta ad un giudice e si conclude con la cosa giudicata (sentenza).

(Immagine web)

Pubblicato da evasimola

Il blog è diretto dalla dottoressa Eva Simola presidente dell'Associazione "Legalità Sardegna" [email protected] codice fiscale 91027470920 Cellulare +393772787190