Il legislatore italiano con i commi dal 376 al 384 di cui all’articolo uno della legge 376/2015 ha introdotto la figura della Benefit Corporation  «società  benefit», che “nell’esercizio di  una  attività economica,  oltre  allo  scopo  di dividerne gli utili, perseguono una o  più  finalità di  beneficio comune e operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente  nei confronti di  persone,  comunità,  territori  e  ambiente,  beni  ed attività culturali e sociali, enti e associazioni ed altri portatori di interesse”.

       “Le  finalita’   di   cui   al   comma   376   sono   indicate specificatamente nell’oggetto sociale della società benefit  e  sono perseguite  mediante  una  gestione  volta   al   bilanciamento   con l’interesse  dei  soci  e  con  l’interesse  di  coloro   sui   quali l’attività sociale possa avere  un  impatto.  Le  finalità  possono essere perseguite da ciascuna delle  società  di  cui  al  libro  V, titoli V e  VI,  del  codice  civile,  nel  rispetto  della  relativa disciplina” (comma 376). Con ciò significando che:

  •        la duplice finalità del profitto e del beneficio comune dovrà necessariamente risultare dall’oggetto sociale
  •       che la società benefit potrà assumere la veste giuridica di una società di persone, di capitali o cooperative, non essendo stata prevista alcuna deroga al regime ordinario e inserendosi la disciplina della benefit corporation al fianco di quella prevista dal codice per il tipo societario prescelto con alcuni obblighi aggiuntivi .

È bene chiarire che per “beneficio comune” si intende (ai sensi del comma 378)  “il  perseguimento,   nell’esercizio dell’attività economica  delle  società  benefit,  di  uno  o  più effetti positivi, o la riduzione degli effetti  negativi,  su  una  o più categorie di cui al comma 376”, che debbono essere specifici non essendo ammessa una loro definizione o individuazione meramente generica (comma 379 ).

(Immagine web)

Precedente Impresa societaria Successivo Licenziamento per giustificato motivo oggettivo: definizione